SOSTENIBILITIAMOCI

[vc_row][vc_column][vc_column_text]Venerdì 31 maggio, presso l’ex Stadio del Frosinone, oggi riqualificato come Parco Matusa, si è svolto l’evento “Sostenibilitiamoci!” un pic nic di lavoro per confrontarsi sui temi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile. L’incontro organizzato da ETICAE-Stewardship in Action rientra nel calendario degli eventi del Festival dello Sviluppo Sostenibile promosso da Asvis (Alleanza per lo sviluppo sostenibile) ed è stato realizzato in collaborazione con ElpcoopFab LabFrosinoneLa Tana coop.socialeGal Terre di ArgilXS Print LabInterno 36FinforkScuole PirandelloEnt Monti ErniciGrid Rural Hub.

L’ evento di networking è stato patrocinato dal Comune di Frosinone e da Legacoop Lazio (Distretto Sud) e sostenuto da Acqua Filette e YUL ed era aperto ad enti, associazioni, aziende, organizzazioni, scuole e cittadini con lo scopo di coinvolgere quanti interessati al tema della sostenibilità; confrontarsi sui temi dell’agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile; promuovere parternariati atti a sviluppare programmi di collaborazione plurilaterale e rafforzare le modalità di attuazione dello sviluppo sostenibile.

“Abbiamo avuto poco meno di una settimana per organizzare l’incontro e oltre ad aprire l’evento a tutti gli interessati, abbiamo voluto coinvolgere le organizzazioni dei più giovani e innovativi “imprenditori” ciociari, – ci dice Annalisa Casino, Presidente di ETICAE – Stewardship in Action – con lo scopo di dare spazio a chi come noi da anni è profeta in patria, a chi come noi è pieno di voglia di fare, di esserci, di far conoscere agli altri il proprio punto di vista, ma anche di ascoltare e mettersi in gioco. La voglia di fare non è di tutti e penso che vada premiata, indirizzata, messa a fattor comune perché abbiamo bisogno di fare rete per migliorare le nostre condizioni di vita. Parlo di migliorare e non cambiare perché sono dell’idea che il futuro sia il frutto di piccole rivoluzioni “gentili”, non urlate e radicali. Quelle non sono rivoluzioni ma  imposizioni e tutto ciò che si impone non viene percepito nè fatto proprio. Noi invece vorremmo che pian piano, attraverso la condivisione e la sensibilizzazione, si arrivi alla consapevolezza ed è quello che facciamo anche quando svolgiamo il nostro lavoro e andiamo nelle aziende: non entriamo “in casa degli altri” con la pretesa di stravolgere abitudini e consuetudini ma cerchiamo quanto più possibile di trasmettergli una nuova cultura per la gestione responsabile delle risorse. Del resto, come ci ha raccontato durante l’evento anche Elena Papetti, del Fab LabFrosinone, più di tutto c’è bisogno di informare e sensibilizzare e fa riflettere che siano i bambini ad insegnare ai genitori quello imparano nei laboratori sulla sostenibilità.”

All’evento hanno preso parte anche l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, nella persona del Prof. Marcello De Rosa; Generazioni Legacoop Lazio, nella persona di Fabio Mestici, Prospetti soc. coop. Nelle persone di Maria Scinicariello e Irene Salerno; e IAM nella persona di Marta Latini.

Durante l’evento si sono susseguiti gli interventi di tutte le organizzazioni presenti. Ognuna ha espresso il proprio impegno nei confronti dello sviluppo sostenibile con riferimenti agli Obiettivi dell’Agenda 2030. Gli SDGs presi in considerazione sono stati in particolare: il n. 12 Produzione e Consumo Responsabile sul quale si è espressa sia Lorella Quattrociocchi di XS PrintLab con riferimento alla sua attività di stampa digitale ed al progetto Blocchethic, che Paola Lucchetti della Piccola Sosteria La Tana coop.soc. in relazione alla propria attività di cucina vegana e sostenibile e prodotti compostabili. Paola si è concentrata anche sull’obiettivo n.17 Partnership per gli obiettivi, oggetto dell’incontro, ribadendo l’importanza delle partnership e del fare rete.

Circa l’ Obiettivo 11 Città e comunità sostenibili, ha raccontato la propria esperienza Gioia Onorati, di Interno 36: “Noi non siamo sostenuti da nessuno, ci autososteniamo. Potremmo prendere uno studio in periferia, ma vogliamo stare nel cuore della città, sotto al campanile, perché pensiamo che è lì che debbano stare gli artigiani e vogliamo far rivivere il centro storico della città, contro lo spopolamento e l’abbandono dei territori.” Gioia ha parlato anche dell’Obiettivo 4 Educazione Paritaria e di qualità, sul quale sono intervenute anche Stefania Piergallini di Scuole Pirandello ed Elena Papetti ed Elena Pierri del Fab LabFrosinone. Queste ultime, insieme a Daniele Casino, Alessio Pigliacelli e Giacomo Ottaviano di Finfork, società specializzata in blockchain, si sono espresse anche sull’ Obiettivo 9 Industria, innovazione e infrastruttura.

Francesco Miccichè di Elpcoop invece, è intervenuto sul tema della ruralità con particolare riferimento all’Obiettivo n. 14 Vita sulla terra, come pure Valerio Carlini e Simone Rinaldi di Ent Monti Ernici. Caterina Palombo, di ETICAE – Stewardship in Action, ha parlato, con riferimento alla stewardship del territorio, dell’acqua e delle foreste non solo dell’Obiettivo 14 ma anche del Obiettivo 13 Azione per il clima: “Sapete una cosa? – ci ha detto durante la manifestazione – applaudire perché si condivide l’idea e la speranza di chi come te crede in qualcosa di forte non è cosa di tutti i giorni!”

Infine, a parlare dell’Obiettivo 16 Pace, giustizia e istituzioni forti sono state Maria Scinicariello ed Irene Salerno, della cooperativa Prospetti, in visita per l’evento da Roma. Su tale obiettivo si è espresso anche il Prof. Marcello De Rosa dell’Università di Cassino che ha ribadito anche l’importanza delle partnership per lo sviluppo sostenibile. All’evento ha portato i suoi saluti anche Fabio Mestici, Responsabile di Generazioni Legacoop Lazio.

A conclusione dell’evento Roberta Pietrobono di ETICAE – Stewardship in Action ha sollecitato i partecipanti a dare seguito concretamente a quanto esposto durante il pic nic di lavoro con l’intento di costruire un’azione condivisa e partecipata da tutti in favore degli SDGs.

Andando via dall’evento Chiara D’Angiolillo di Interno 36 ha detto: “Oggi, dopo tutte le belle attività raccontate ed i buoni propositi con cui ci lasciamo, Frosinone mi sembra una città più bella”.

[/vc_column_text][vc_cta h2=”Guarda la galley dell’evento” txt_align=”center” add_button=”bottom” btn_title=”Guarda la gallery dell’evento!” btn_color=”success” btn_align=”center” btn_i_icon_fontawesome=”fa fa-reply-all” css_animation=”left-to-right” btn_link=”url:https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Fpg%2FETICAE.SiA%2Fphotos%2F%3Ftab%3Dalbum%26album_id%3D1057093701151836||target:%20_blank|” btn_add_icon=”true”][/vc_cta][vc_cta h2=”I servizi di ETICAE – Stewardship in Action” txt_align=”center” add_button=”bottom” btn_title=”La nostra offerta!” btn_color=”success” btn_align=”center” btn_i_icon_fontawesome=”fa fa-reply-all” css_animation=”left-to-right” btn_link=”url:http%3A%2F%2Fwww.eticae.it%2Fservizi%2F||target:%20_blank|” btn_add_icon=”true”]

ETICAE – Stewardship in Action si occupa di formazione e consulenza sulla gestione etica d’impresa.

[/vc_cta][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][/vc_column][/vc_row]

CONDIVIDI LA NOTIZIA SUI SOCIAL
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email

QUANTO È ETICA LA TUA ATTIVITÀ?

Scegli il tipo di attività o il tuo settore di interesse:

Informativa
Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per ottimizzare la navigazione e i servizi offerti, cliccando il pulsante accetta acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per informazioni sui cookie utilizzati in questo sito, visita la Privacy & cookie policy.